Scrutare tra le pieghe delle parole come si scruta un’anima. E viceversa.
Searching in the spaces between words, just as we search the soul. And vice versa.

Sabrina D’Alessandro, artista e archeologa del linguaggio. Il suo lavoro esplora il rapporto tra parola e immaginario, coniugando arte e filologia. Nel 2009 fonda l’URPS (Ufficio Resurrezione Parole Smarrite): “Ente preposto al recupero di parole smarrite benché utilissime alla vita sulla terra”. Il suo Ufficio Resurrezione è un modo per ridare vita non solo alle parole in sé, ma anche alla loro capacità di risuonare e di far risuonare la realtà; rappresenta una volontà di rinascita generale, che passa attraverso le parole antiche per arrivare a un modo nuovo di leggere la realtà e di reinventarla.

 

Sabrina D’Alessandro, artist and archaeologist of language. Her work explores the relationship between word and imaginary, combining art and philology. In 2009 she founds ‘The Resurrection Office’ : “responsible for reintroducing words that have been lost despite their value to life on Earth”. Her Resurrection Office is a way of revitalizing not only the words themselves, but also their ability to reconnect with and revitalize reality; it represents a desire for a broader renaissance, by looking back to the words of the past as a way of interpreting and reinventing the present.